GENOVA marzo – novembre 2018

GENOVA – SECONDO CICLO DI INCONTRI  2018

Philosophy for community/children
Esperienze formative e di pensiero

Incontri in Biblioteca per condividere il piacere di pensare insieme

Biblioteca Berio – sala Lignea orario 17-19

 

 

Un invito rivolto a chi desideri mettere in gioco il proprio pensiero, riflettere criticamente ed ironicamente. L’Insieme di pratiche filosoficamente autonome è una rete informale che ha come proposito quello di dare vita a percorsi di ricerca intorno alle pratiche di filosofia. C’è, in questa prospettiva, un’idea di filosofia come orizzonte desiderante, laboratorio ed esercizio critico.

La filosofia, in questa modalità, non si presenta come esposizione di contenuti, ma intende anche avvicinare la complessità delle vicende che attraversano gli individui e la società. L’invito è rivolto a tutti coloro che considerino il pensare insieme un’esperienza piacevole e capace di offrire ulteriori possibilità di autoformazione, di crescita e di interrogazione dell’esistente.

Le attività si svilupperanno a partire da un breve approfondimento che avrà il compito di gettare luce su un tema, individuando possibili linee di ricerca, percorrendo alcuni itinerari filosofici capaci di aprire alcuni interrogativi: come e quanto il dialogo, nella sua dimensione filosofica, può mostrarsi capace di generare esperienze significative in termini relazionali? Come può la ricerca di senso impegnarci nel mondo come persone, a prescindere dalla nostra età? Quale qualità di tempo prende corpo nella nostra esistenza contemporanea? Come nella nostra epoca, a partire dalla pratica della comunità di ricerca, si manifesta il desiderio di comunità fuori e dentro il mondo virtuale? Queste domande e non solo saranno approfondite in modo dialogico ispirandoci alla pratica della philosophy for children/community.

CALENDARIO INCONTRI

 


I incontro – 27 marzo 2018 ore 17-19

Lo spettacolo del mondo: inclinati ad esistere (insieme)

Introduce e facilita Silvia Bevilacqua

Alcuni spunti e letture avranno il compito di aprire un dialogo anche attraverso alcuni interrogativi sempre attuali: come siamo in gioco nel rapporto con l’altro? Quali modi di vedere e pensare possiamo agire nella scena che il mondo ci offre? Quale senso nell’esperienza del quotidiano e delle nostre pratiche educative, sociali, personali? Come abitiamo il mondo?

 


II incontro – 16 maggio 2018 ore 17-19

Tra verità e senso del mondo

Introduce e facilita Silvio Joller

Oggi viviamo uno spazio pubblico diviso fra fakenews e verità alternative. Sembriamo divisi in molteplici, talora inconciliabili interpretazioni del mondo. Quale spazio ha in noi e tra di noi la costruzione del senso del mondo? La filosofia come luogo dell’incontro, come luogo della condivisione di esperienze e di linguaggi, può divenire e dimostrarsi un’isola in cui costruire insieme il senso delle cose?

 


III Incontro – 16 ottobre 2018 ore 17-19

Nel labirinto lineare dell’Aiôn (tempo vitale): Un tempo che non ha tempo mentre è tempo

Introduce e facilita Giulio Spiazzi

Tradizionalmente il labirinto è percepito come qualcosa di complicato, un “imbroglio di vie”, un complesso intreccio di strade tortuose ove una sola di queste porta all’uscita o alla soluzione. Se il tempo dell’esistenza assomigliasse ad un groviglio inestricabile di secondi, minuti, ore di vissuti, di respiri e percezioni, quale raffigurazione potrebbe assumere?

 


IV Incontro – 13 novembre 2018 ore 17-19

….Ma quale comunità?

Introduce e facilita Cristina Rebuffo

Qual è la condizione attuale del desiderio, talora irrealizzato, di comunità? Questa possibile mancanza di una comunità realmente vivibile e desiderabile sembra aver creato un vuoto, spesso colmato dall’avvento del web 2.0. Idee di comunità che ci interrogano se sia possibile, in una dimensione solipsistica, mantenere aperta l’idea di libertà e di realizzazione e qualora fosse possibile come e quanto spesso.