MILANO ottobre 2017 – aprile 2018

L’idea è quella di dare vita ad un percorso di avvicinamento/approfondimento intorno alla philosophy for children e alla philosophy for community, ovvero intorno alla possibilità che nelle scuole, nel territorio, negli ambiti del lavoro sociale, nelle organizzazioni, si possano inaugurare spazi di riflessione, argomentazione e partecipazione. Prenderemo in considerazione la philosophy for children delineata da M. Lipman, cercando di comprenderne il senso, gli strumenti, le fasi, provando a sottolinearne i punti di forza, mettendola in gioco anche attraverso il confronto con altre esperienze di filosofia con bambine e bambini. In questione la possibilità di uno spazio e di un tempo per una filosofia in grado di ritornare essa stessa a scuola, per ri-articolare nuove modalità, per ri-disegnare la geografia del suo pensare e del suo sapere. Un invito ad un passaggio: dalla philosophy for children alla post philosophy for children; un progetto, o meglio, un proposito per estendere gli orizzonti di questa prospettiva. Dove? Ci troveremo presso ChiAmaMilano, in via Laghetto 2 (Nei pressi dell’Università Statale di Milano. Metropolitana Duomo). La partecipazione sarà libera e gratuita e il percorso si rivolgerà a tutti i soggetti interessati al tema a prescindere dalla professione o dal percorso di studi svolto.

CALENDARIO INCONTRI

 


Primo incontro lunedì 16 ottobre 2017 (18.00-20.00):

Che cos’è la Philosophy for children? (a cura di Pierpaolo Casarin)

Introduzione alla philosophy for children. Nascita, sviluppo, diffusione nel mondo e nel contesto italiano. In questione il curricolo di M. Lipman, i materiali, le fasi della sessione. Gli ulteriori sviluppi possibili verso una post philosophy for children, la testimonianza di diverse esperienze realizzate nel territorio italiano nel corso degli ultimi anni.

 


Secondo incontro lunedì 20 novembre 2017 (18.00-20.00):

Che cos’è la philosophy for community? (a cura di Silvia Bevilacqua)

Introduzione alla philosophy for community; pratica che, a partire dalla proposta di M. Lipman, trova ulteriori linee di sviluppo in ambiti extrascolastici. In questione la scelta dei testi da prendere in considerazione e i contesti nei quali promuovere tali esperienze. Particolare attenzione verrà dedicata al progetto, che conta quasi dieci anni di vita, realizzato presso la Comunità San Benedetto al Porto fondata da Don Andrea Gallo.

 


Terzo incontro lunedì 15 gennaio 2018 (18.00-20.00):

Il facilitatore/la facilitatrice: un ruolo paradossale (a cura di Pierpaolo Casarin)

Funzioni e ruoli del facilitatore-complicatore. Interventi adeguati ed inadeguati nella conduzione delle sessioni. Lo stile, o meglio, gli stili possibili di facilitazione. L’attenzione dedicata all’argomentazione e alla tutela dello spazio di pensiero e ascolto della comunità di ricerca; quale sensibilità relazionale in gioco?

 


Quarto incontro lunedì 19 febbraio 2018 (18.00-20.00):

I testi-pretesti e i manuali (a cura di Michela Volfi)

I testi-pretesti della philosophy for children. La funzione del manuale tra capacità previsionale e linea guida per il docente-facilitatore. Quali i testi utilizzati per realizzare ulteriori esperienze filosofiche nei contesti scolastici?

 


Quinto incontro lunedì 19 marzo 2018 (18.00-20.00):

Da Lipman a Myazaki la filosofia incontra il cinema d’animazione (a cura di Catia Rossetti)

Catia Rossetti, della scuola d’infanzia statale di Rovereto di Cadeo (Piacenza), propone la pratica filosofica ai bambini ed alle bambine dell’ultimo anno, partecipando al progetto philosophy for Children, promosso dal Dipartimento di Filosofia del Liceo Ginnasio M. Gioia di Piacenza. Domandare a argomentare a partire dalla visione dei lungometraggi del regista Hayao Myazaki.

 


Sesto incontro lunedì 16 aprile 2018 (18.00-20.00):

10 anni di Philosophy for children a Corsico (a cura delle insegnanti di Corsico impegnate nel progetto di philosophy for children e C.C.R.)

L’esperienza di philosophy for children nella città di Corsico. Dieci anni di pensieri con il coinvolgimento di bambine e bambine (scuole elementari), ragazzi e ragazze (scuole medie), insegnanti e genitori. Il consiglio comunale dei ragazzi come esperienza partecipativa e riflessiva.

 


 

L’Insieme di pratiche filosoficamente autonome è una rete informale che ha come proposito quello di dare vita a percorsi di ricerca e formazione intorno alle pratiche di filosofia. C’è, in questa prospettiva, un’idea di filosofia come orizzonte desiderante, laboratorio ed esercizio critico. In questione quella auspicabile continuità fra teoria e prassi, fra riflessione teoretica e impegno per il cambiamento.

Propositi di filosofia snc è una società che si dedica alla ricerca filosofica e alla realizzazione di progetti di philosophy for children, philosophy for community and companies; vengono promosse attività e laboratori in una pluralità di contesti sia scolastici sia extrascolastici. Propositi di filosofia opera anche in collaborazione con alcune realtà universitarie, organizzando seminari di approfondimento filosofico, corsi di aggiornamento, percorsi di formazione, summer school (in collaborazione formale con il dipartimento di filosofia dell’Università di Genova). Propositi di filosofia è inoltre impegnata nella pubblicazione di scritti relativi all’ambito delle pratiche filosofiche (collana Passaggi presso la casa editrice Mimesis).

ChiAmaMilano nasce con lo scopo di fornire ai cittadini gli strumenti di comunicazione e partecipazione per migliorare in modo condiviso la qualità urbana. ChiAmaMilano promuove e contribuisce a realizzare progetti sulla Città, favorendo il coinvolgimento attivo e ideativo degli abitanti.  La missione di ChiAmaMilano è dunque contribuire in modo propositivo al miglioramento della città, promuovendo nuove modalità di comunicazione tra le persone, ascoltando i bisogni e trasformando le idee dei milanesi in progetti concreti e sostenibili. ChiAmaMilano, attraverso i propri spazi -il Negozio Civico di via Laghetto 2 e il sito web- raccoglie voci e proposte per una città migliore, informando i cittadini e offrendo loro la possibilità di incontrarsi e confrontarsi. L’attività di ChiAmaMilano è inoltre rivolta alla creazione di nuovi legami col territorio e i diversi attori sociali che vi operano, nonché alla realizzazione di eventi, iniziative pubbliche e convegni, volti a sensibilizzare l’opinione pubblica su temi centrali per la città.